Yucatan

io sono consapevole di essere stata generata da Questa Terra con semplicità con volontà

28 June 2007

Senso del tempo
























Bevagna. Gaite.


ovvero il fascino del tempo che vorremmo tornasse per farcelo assaporare. e in questo paesino sembra quasi che il desiderio si materializzi. anche nei suoi dettagli quotidiani.


Il senso del colore, del freddo, del buio, dell'isolamento, della festa come momento forte.


Certo, noi lo vediamo consapevoli di quello che manca e di quello che succederà.


è un fascino un po' strano, evanescente.






Labels: , , , ,

4 Comments:

  • At 6:51 AM, Blogger Roberta said…

    per prima cosa devo dirti che nn avevi ancora l'autorizzazione a blogare le foto nelle quali sono ritratta anch'io, e nn nel meglio della mia forma.quindi mi riferisco a un post di qlc giorno fa. epoi, se qlc, tipo il caro templare, voleva farti i complimenti meglio che mettevi solo il pezzeettino che ritrae te, no????sei simpaticissima!!!riguardo alle gaite, le ho sempre trovate molto affascinanti. quel gusto di passato (avevo scritto di passate ma poi sapeva treoppo di pomodoro!!!)cosi' gustoso sapendo di tornare al opresente...e portarsi una brocca d'argilla piena di vino(chiassa' se qlc ricorda!!!)

     
  • At 7:18 AM, Blogger Antonio said…

    Uh le gaite di Bevagna! Me le ricordo anche io con molto piacere e sommessa suggestione. Mi ricordo le cartiere (sono lì, vero?), che mi fecero un'impressione quasi da inferno dantesco: rumori, ingranaggi, buio, fuoco e caldo. Molto bello!
    Grazie Claudia per questo ricordo... Mi rendo sempre di più conto che tu e Luigi siete la mia coscienza perugina!

     
  • At 6:08 AM, Blogger zefirina said…

    bevagna la conosco eccome, una delle gite preferita quando siamo a orvieto insieme a civita di bagnoregio, non so perchè ma se non ci vado alemno una volta all'anno mi sembra mi manchi qualcosa

     
  • At 2:39 PM, Blogger Claudia said…

    @per tutti: comunico che Roberta scherzava sul fatto dell'autorizzazione! mentre facevo le foto era ben consapevole che le avrei fatte vedere a voi e così continuava a ripetermi: queste non le far girare per il mondo. ed io ho seguito l'invito, non postando la nipotina al bagno, ma su questa lei ha solo un quarto di diritto e quindi vince la maggioranza che dice: pubblica!
    Le gaite sono un piccolo gioiello, la dimensione giusta del passato che ritorna. Inserirò altre foto, spero vi piacciano.
    @Anto: io una coscienza: uhuuhuh! quale onore. e dire che il grillo parlante mi stava un po' antipatico con la sua aria di saputello. Però ora che sono una coscienza devo assumermene tutta la responsabilità!!!! e allora: uno stai seduto composto, non sempre sbracato. E non si mettono i piedi a terra, lo sai! dritta la schiena, che poi cresci storto.....
    Come vado???

    @Zefi: ma le gaite le hai viste? quando torno a bevagna fuori da quei giorni mi sembra ancor più di veder spuntare dalle traversine i vestiti di cotone un po' grezzo, le cuffiette bianche, i sacchi di tela. Assolutamente suggestivo!

     

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home