Yucatan

io sono consapevole di essere stata generata da Questa Terra con semplicità con volontà

06 January 2007

Evoluzioni di un cielo nero

Stamattina sono andata dal dentista, già nera perchè Roby aveva detto che non mi aspettava per la prima pappa della bimba, poi sempre più delusa perchè la prima sorella - che pensavo mi tenesse compagnia durante l'appuntamento - se ne era andata.
Insomma, mi siedo e inizio a lacrimare, prima che arrivi il dentista.
Cerco di capire se dirgli: "Nicola, io stamattina non ce la faccio. Ci ho provato, ma non ho la forza." Oppure se ho dentro di me le risorse per affrontare questa paura.
All'improvviso arriva il dentista e NON é IL MIO!
guardo questo tipo con aria sbigottita e gli chiedo di Nicola: non verrà. Non sentendomi di dirgli: "guardi, vado via", apro la bocca, ma come inizia a guardare scoppio in singhiozzi.
Lui tenta di distrarmi chiedendomi il nome ed io che lo guardo sempre più sbigottita.
Dopo un po' inizia a parlare ed a sostituire la mia immagine gigante di siringhe e aghi con immagini neutre: i denti sono come scatole, la pulizia nel nervo è come pulire una bottiglia. Io chiudo gli occhi e mi concentro sullo scopino per le bottiglie, innocente, arancione, con una spugnetta rosa e bianca alla punta. Seguo il mio film mentale e materializzo le microgocce che ti spruzzano in faccia quando lavi la bottiglia. Nel frattempo arriva anche mia sorella, in genere fifona, che mi saluta e mi carezza le gambe per incoraggiarmi.
Lui intanto riesce a fare il suo lavoro e ben presto dice: "abbiamo quasi finito!"
io lo riguardo sbigottita, ma stavolta per dirgli: "ma come, e tutta la mia paura?"

Quando ha finito gli ho spiegato la mia paura per gli aghi, che non è per il dolore e gli ho fatto i complimenti.
Lui mi ha ringraziato sorridendo, comprensivo.

Ora sto andando da Roberta con la prima sorella. Roby ha posticipato la prima pappina, ma non so se riesce ad aspettarci. Però l'intenzione c'era.
Una giornata iniziata male, può sempre evolvere!

13 Comments:

  • At 10:38 AM, Blogger Bra said…

    Aaghiiiiiii? Allora non sono l'unico nell'universo...

     
  • At 11:40 AM, Blogger PiB said…

    puo'sempre evolvere!

     
  • At 12:20 PM, Blogger artemisia said…

    Questa è incredibile Claudia...mi hai preceduta...prossimamente farò un post sulla mia visita dal dentista (che è già avvenuta, e il post è pronto).
    Non ho paura degli aghi, ma del dolore.

     
  • At 7:26 AM, Blogger Claudia said…

    @bra: non sei l'unico dell'universo! solo che molti si vergognano di parlarne perchè la reputano una paura infantile: Coalizziamoci!
    @Pib: e pensa che sono anche stata partecipe alla prima pappa di Fuffy. Una giornata da aprire il cuore o, come dice mia madre, da avere il cuore nello zucchero!
    Arte: ma come, anche tu paura degli aghi? da una tecnica del settore non ce lo si aspetterebbe, però mi fa piacere condividere anche questa esperienza.

     
  • At 9:35 AM, Blogger Bra said…

    Mmmm, allora vediamo. "Comitato per la difesa degli agofobici", potrebbe andare? E' apera la campagna iscrizioni...

     
  • At 12:04 PM, Blogger artemisia said…

    No, gli aghi non mi fanno paura! I dentisti sì, e i trapani...l'ago significa anestesia, per questo è il benvenuto.
    E se invece fondassimo il comitato dei dentistofobici?

     
  • At 6:39 AM, Blogger Claudia said…

    possiamo fondare tanti comitati e sarebbe bello condividere le fobie in tanti, ma quali soluzioni potremmo proporre?
    con Lophelia si parlava di programmazione neuro-linguistica, che forse un po' potrebbe aiutare.
    Concentriamoci dunque tutti insieme su queste immagini: Scatole..... bottoglie.....scovini......

     
  • At 12:32 PM, Blogger lophelia said…

    Claudia: inevitabilmente il mio pensiero è andato alle foto degli strumenti...

     
  • At 5:15 AM, Blogger Claudia said…

    Lo: che memoria e che sensibilità!
    le foto sono proprio per materializzare la paura, darle forma e confini e non lasciarla crescere a dismisura nell'immaginario.
    Poi mi siedo su quella poltrona e tutti i tentativi svaniscono,però alla fine ho concluso la cura!
    e sono stata anche presente alla vaccinazione della piccola scapigliata: che agitazione e che stretta al cuore i suoi occhioni inconsapevoli!

     
  • At 3:55 AM, Blogger rodocrosite said…

    Certo che è strana questa paura di chi ti mette le mani in bocca, che condivido tra l'altro, ma per fortuna ho scovato una dentista con la mano delicatissima e nessuna remora all'uso di lidocaina. Per quanto riguarda trapani e aghi, semplicemente chiudo gli occhi per tutto il tempo. Sarà codardia, ma va bene così!

     
  • At 3:16 AM, Blogger Claudia said…

    rodo: e per il rumore come fai? per fortuna alcuni aggeggi simili ai trapani servono per spruzzare aria o acqua, quindi si può sperare in questa specie di roulette russa!

     
  • At 7:04 AM, Blogger rodocrosite said…

    Il trapano per fortuna mia è sempre durato poco...

     
  • At 8:28 AM, Blogger Claudia said…

    @Rodo: il mio dentista è anche posturologo e quindi non approssima su niente. Anche perchè un precedente dentista mi ha tirato un molare tipo a 10 anni e questo mi ha squilibrato l'assetto dell'arcata superiore. Per farla breve il mio dentista ufficiale (che per fortuna è anche sexy) per metà visita mi controlla la colonna vertebrale e la forza nelle mani e nelle gambe: ti rendi conto?
    quindi trapano breve si, ma senza ritegno!

     

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home