Yucatan

io sono consapevole di essere stata generata da Questa Terra con semplicità con volontà

23 November 2006

Coperta

Foglie grandi
come coperte
della madre terra
per gli uomini e le donne
nati dal nulla

cresciuti con poche speranze,
con l'oggi negli occhi
e poco nelle mani.

Una fede fatta di riso e fagioli
un sogno fatto di nuvole
un letto sospeso tra il cielo e la vita.

7 Comments:

  • At 5:31 AM, Blogger artemisia said…

    Sai che proprio oggi leggevo un articolo che mi ha ispirato sensazioni simili a quelle che mi ispira questa poesia.
    L'oggi negli occhi...e nient'altro.
    Bella.

     
  • At 1:20 PM, Blogger Claudia said…

    grazie arte, essenzialmente di avermi - insieme a Herny e Pib - riavvicinato al mondo della "prosa sintetica".
    Ma l'articolo parlava del messico?

     
  • At 10:28 AM, Blogger artemisia said…

    No, parlava dell'Africa. Ma delle stesse speranze.

     
  • At 2:24 AM, Blogger Claudia said…

    @ah, ok. Speranze.... speriamo siano progetti o percorsi.

     
  • At 10:07 AM, Blogger Prova said…

    poco nelle mani che sono grandi non nel ricevere ma nel dare...

     
  • At 10:18 AM, Blogger Antonio said…

    una sensazione da profugo, eppure così radicato nella terra...

     
  • At 12:14 PM, Blogger Claudia said…

    @Prova: chiunque tu sia, benvenuto sul blog. Mani grandi, si è vero.
    @Anto: profugo, ma nel senso spiazziato. strano profugo rispetto a dei contadini, effettivamente.

     

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home