Yucatan

io sono consapevole di essere stata generata da Questa Terra con semplicità con volontà

26 April 2006

Tesista


Oggi si è laureata una tesista che stavo seguendo! sono tornata nella sala dove a FEBBRAIO '99 aspettavo per discutere la mia. è stata un reimmersione nel passato. La stessa ansia, lo stesso nodo allo stomaco, le mani come spugne.
E tre ore dopo eravamo tutti contenti e felici, brindati, abbracciati, baciati, lacrimati e sorridenti.
E mi veniva da riflettere sui riti di passaggio naturali (come i parti, le nascite) o culturali (come appunto le lauree, ma anche i matrimoni) e sul fatto che veramente in pochi minuti segnino la storia di una persona e di chi le sta accanto. Il tempo si dilata, le percezioni si acuiscono e la memoria registra ogni dettaglio.
Scariche di adrenalina o, semplicemente, vita.

5 Comments:

  • At 10:47 AM, Blogger artemisia said…

    I riti di passaggio (tutti, compresi i funerali) vanno marcati e degnamente festeggiati. Le lauree sudate specialmente.
    Comunque, fortunata la tesista ad avere il tuo aiuto.

     
  • At 2:22 PM, Blogger Claudia said…

    Arte, non ho parlato dei funerali perchè in quel giorno di festa, che seguiva una festa di matrimonio, mi sembrava una evocazione che potesse dispiacere qualcuno, ma certamente quelli sono il più importante momento di passaggio, attorno al quale poi ognuno costruisce una ritualità più o meno elaborata, penso spesso spontanea, oggi come oggi.

     
  • At 3:26 PM, Blogger Luigi said…

    al termine di una giornata pesante vengo dopo tanto a farti visita, con piacere e con piacere vedo che la tesista si è laureata, complimenti è vero è stata fortunata ad avere vicino te

     
  • At 1:43 AM, Blogger Roberta said…

    tutta la ragione del mondo sui riti di passaggio e su tutta la ritualita' adottata in tanti casi ma vi avviso ke claudia cerca di imbrogliarvi. quella della foto e' l'aula magna della facolta' di agraria(la vecchia mensa del monastero benedettino)quindi la protagonista delle NOSTRE tesi mentre gli umanisti discutono in una piccolissima sala del caminetto ben lontani dai nostri orti e dai nostri giardini. TUTTA INVIDIA!!!!!

     
  • At 9:24 AM, Blogger Claudia said…

    Lontani degli orti si, ma non c'è solo la piccolissima sala del Caminetto - che ora è la presidenza della facoltà. C'è anche la Sala delle Adunanze, dove ha discusso la tesista con un lampadario in vetro rosa molto bello a otto bracci e con un quadro sul sogno della regina Elena.
    Però quella dell'immagine, faccio outing, è effettivamente della facoltà di Agraria.
    grazie dei complimenti!

     

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home