Yucatan

io sono consapevole di essere stata generata da Questa Terra con semplicità con volontà

03 July 2006

Signoria

Ho scoperto un barettino a Signoria di Torgiano che ho deciso di adottare come bar di riferimento, non perchè sia particolarmente fornito, non perchè abbia numerosi servizi accessori, bensì perchè è situato in un varco spazio-temporale e non mi stupirebbe se il proprietario, anni fa, fosse stato il signor Giallo di Pibbiana memoria.
Sulla porta ci sono ancora vetrofanie con diciture in lire e la pubblicitá della Omnitel. Dentro è fresco e avvolto dalla penombra, ma soprattutto il signor forse Giallo sembra essere padrone del suo tempo e un vero commerciante, non solo un venditore di cose.
Se andate verso Torgiano o verso Bettona, allora, fermatevi anche voi. Non potete sbagliarvi, perchè è l'ultimo "Bar di campagna".


8 Comments:

  • At 10:49 AM, Blogger miss piperita said…

    Davvero. Sembra che si sia fermato nel tempo.

     
  • At 1:11 AM, Blogger Antonio said…

    Ti capisco Claudia... se ho bisogno di un bar, e sono da solo, vado sempre in un posticino sulla Prenestina, che sembra una bottega, dove una simpatica vecchietta, di origini perugine (lo si capisce dall'accento), gestisce un minuscolo baretto dotato dell'essenziale. L'arredamento è ancora davvero quello degli anni 50... Oltre a lei c'è sempre un vecchietto al bancone, ma dalla parte dei clienti... secondo me le fa la corte... Lei prepara dei cappuccini che in realtà non sono altro che latte e cafè, ma sono i miei preferiti... Lì il lato oscuro della globalizzazione non è ancora arrivato... Infine, è l'unico in zona ad essere aperto già alle 5 di mattina, perchè solo i vecchietti e le giovani mamme sanno svegliarsi a quell'ora ed essere felici...

     
  • At 9:48 AM, Blogger Claudia said…

    mi prometti un cappuccino all'alba in questo bar, una volta?

     
  • At 10:06 AM, Blogger artemisia said…

    Antonio, le giovani mamme che si svegliano alle cinque non sono felici, hanno sonno e pensano peste e corna dei mariti che invece non si svegliano mai...

    Claudia, mi sono segnata il posto, se capito in Umbria ad agosto mi fermo al bar!

     
  • At 9:24 AM, Blogger Roberta said…

    una cosa simile a me capita cn la cartoleria qui a napoli. quando posso vado in quella di via Roma cn le scaffalature vecchissime di legno e le due "commesse"della stessa eta' che indossano ancora i camici neri di cotone!!!(faro' foto!!)

     
  • At 9:57 AM, Blogger Claudia said…

    Roby, tu che ti aggiri fra negozi per bambini, ma il negozio di cotoni, bottoni, passamaneria a via Pietro Colletta, proprio all'inizio, esiste ancora?

     
  • At 10:16 AM, Blogger Antonio said…

    @Claudia: certo che ti porterò in quel bar... ma non pensare che io ci sia andato dopo una levataccia... ci vado quando torno dalla disco ;o)

     
  • At 2:13 AM, Blogger Claudia said…

    @Anto: io ho detto all'alba, non al risveglio! Tornare da Bettona con la campagna che si illuminava di minuto in minuto, sui campi di girasole e sui filari di vite è stata una cosa che voglio assolutamente ripetere, anche su scenari diversi.

     

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home