Yucatan

io sono consapevole di essere stata generata da Questa Terra con semplicità con volontà

23 February 2006

Verso il cielo


Nel mondo maya le notti erano lunghe e splendenti per tutte le stelle che riempivano il cielo e raccontavano il futuro agli astronomi.

Ed essi avevano tanto tanto tempo a disposizione,
anche se non avevano telescopi e lenti ottiche.

Mentre tutto era silenzio, tutto era fermo,
sulla volta celeste passavano tanti eventi positivi o infausti
e avvisavano gli uomini di quello che stava per succedere.

6 Comments:

  • At 4:42 PM, Blogger PiB said…

    lo vorrei saper leggere anche io il libro del cielo

     
  • At 1:52 AM, Blogger Claudia said…

    Io credo che ci fossero moltissime insicurezze nella vita dei maya, il sole, le pioggie, le eruzioni, la siccità, i giaguari, i serpenti a sonagli.
    Per questo loro cercarono di trasformare in leggi matematiche tutto il caos per ingabbiarlo e di non lasciare niente al caso, o al vuoto, che era la porta d'accesso del caso.
    Scrissero ovunque! incisero i loro glifi anche sull'alzata delle scale e, quando non avevano tempo di scrivere, almeno dividevano lo spazio in reticoli nei quali poi avrebbero scritto.
    Calcolarono le eclissi, l'azimut, l'allineamento dei pianeti, le fasi di Venere. Tutto quello che sembrava occasionale tentarono di organizzarlo in numeri.
    Ma poi intuirono che il Pi greco è ciò che rincongiunge l'Ordine al disordine, perchè l'equilibrio può durare solo un attimo. Poi la terra si ferma e non ha niente che la sostenga.
    Nel caos c'è la vita e noi dobbiamo tendere verso l'equilibrio per non raggiungerlo mai.

     
  • At 3:38 PM, Blogger PiB said…

    anche perche' raggiunto l'equilibr-IO il caos trova subito il suo

     
  • At 8:29 AM, Blogger Roberta said…

    la genialita' e' nel caos! poi serva qualcuno che metta ordine per trasformare una cosa geniale in qualcosa di utile funzionale e comprensibile a tutti gli altri ma sena disordine nn c sarebbe piu' nulla da trasformare!!

     
  • At 1:07 PM, Blogger PiB said…

    Ah!senza disordine non ci sarebbe più nulla da transformare..bella scusa..da oggi la uso anche io...il mio disordine è utile all'umanità!

     
  • At 12:16 PM, Blogger Claudia said…

    Pib (Ovvero PLb), ma ti ricordi i compromessi per attorcigliare il filo del caricabatterie del cellulare?
    tra te che lo volevi sistemato e chi lo voleva inturcigliato!

     

Post a Comment

Links to this post:

Create a Link

<< Home